Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Sabato V di Pasqua

Testo del Vangelo (Gv 15,18-21): «Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi». In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che io vi ho detto: “Un servo non è più grande del suo padrone”. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».

Illustrazione: Pau Morales

Oggi, Gesù ci mette in guardia sulle difficoltà nel seguirlo. Ci chiede un amore di carità, cioè, lo stesso amore con cui Dio ci ama: pieno rispetto per tutte le persone, ovunque siano, senza escludere nessuno. Davanti le richieste di questo "nuovo amore" Gesù soffrì l’oposizione da molti che non lo capirono.

—Esiste l’amore comodone? Coloro che conducono una vita "tranquilla", senza compromessi, facendo solo ciò che vogliono, non possono sopportare l'autentico, amore esigente. Forse, qualche volta, dovrai soffrire la burla dei "comodoni".