Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Santissima Trinità (B)

Testo del Vangelo (Mt 28,16-20): In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato (...). Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo (...)».

La Santissima Trinità non è un "solitudine infinita", ma un "evento d’amore"

REDAZIONE evangeli.net (tratte da testi di Benedetto XVI)
(Città del Vaticano, Vaticano)

Oggi, noi lodiamo Dio non solo per le meraviglie che Lui ha fatto, ma per la bellezza e la bontà del suo Essere. Contempliamo la realtà più profonda del suo "Cuore": l'Unità nella Trinità delle Persone Divine. somma e profonda comunione di amore e di vita.

Dio è Uno in quanto è tutto e solo Amore. Dunque Dio è apertura, accoglienza, dialogo ... Il Dio misterioso non è solitudine infinita; Si tratta di un evento di amore. In Lui esiste un "Io" e un "Tu": il Figlio che parla al Padre, ed entrambi sono Uno con lo Spirito, che è la "atmosfera" del donare e dell'amare che Li rende un solo Dio.

-Con la tua "apertura" Dio Uno e Trino, ti hai dato "a" e "per" gli uomini: il Padre, che ci fornisce ciò che più ama; il Figlio che si spoglia della sua gloria per darsi a noi; e lo Spirito, che lascia il sereno abbraccio divino per irrigare i deserti dell'umanità.