Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Lunedì, XXV settimana del Tempo Ordinario

Testo del Vangelo (Lc 8,16-18): In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce. (...)».

Che cos’è la “Dottrina sociale della Chiesa”?

REDAZIONE evangeli.net (tratte da testi di Benedetto XVI)
(Città del Vaticano, Vaticano)

Oggi ricordiamo che Gesù si presentò come “luce del mondo”. E’ compito della “Dottrina sociale della Chiesa proiettare questa luce sul mondo, impregnando in un modo effettivo i cuori degli uomini e le strutture temporali. Questo indottrinamento sociale della Chiesa è “caritas in veritate in re sociali”, annuncio della verità dell’amore di Cristo nella società.

Questa dottrina è servizio della carità, ma nella verità. Lo sviluppo, il benessere sociale, una soluzione adeguata ai gravi problemi socioeconomici che affliggono l’umanità, hanno bisogno di questa verità. La fede cristiana si occupa dello sviluppo, non appoggiandosi in privilegi o situazioni di potere, ma solo in Cristo al quale bisogna rimettere ogni vocazione autentica per lo sviluppo umano integrale. Il Vangelo è un elemento fondamentale dello sviluppo perché in esso, Gesù manifesta pienamente l’uomo al proprio uomo.

-Signore, precisamente perché Tu pronunci il “sì” più grande all’uomo, io non posso non aprirmi alla vocazione divina per realizzarmi.