Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Il Vangelo di oggi
per la famiglia

Vangelo di oggi + immagine + catechesi

Lunedì, XVII settimana del Tempo Ordinario

Scarica
Testo del Vangelo (Mt 13,31-35): «Il regno dei cieli si può paragonare a un granellino di senapa, che un uomo prende e semina nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande degli altri legumi e diventa un albero». In quel tempo, Gesù espose alla folla un’altra parabola: «Il regno dei cieli si può paragonare a un granellino di senapa, che un uomo prende e semina nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande degli altri legumi e diventa un albero, tanto che vengono gli uccelli del cielo e si annidano fra i suoi rami».

Un’altra parabola disse loro: «Il regno dei cieli si può paragonare al lievito, che una donna ha preso e impastato con tre misure di farina perché tutta si fermenti». Tutte queste cose Gesù disse alla folla in parabole e non parlava ad essa se non in parabole, perché si adempisse ciò che era stato detto dal profeta: «Aprirò la mia bocca in parabole, proclamerò cose nascoste fin dalla fondazione del mondo».

Illustrazione: P. Lluís Raventós Artés

Oggi Gesù ci mostra un'altra caratteristica del suo regno: l'umiltà, la discrezione. In realtà, Dio stesso nacque e morì “piccolo”. La Chiesa è nata piccola e deve restare umile. L’impero (Roma), l'imperatore (Cesare Augusto), il Re (Erode), il Governatore (Ponzio Pilato) furono molto più grandi ...

—Dopo i secoli, si he adempiuta la “parabola del granello di senape”: di quelli “grandi” non resta nulla; Gesù, invece, è vivo e vive dapertutto.