Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Giovedì, XXV settimana del Tempo Ordinario

Testo del Vangelo (Lc 9,7-9): Il tetràrca Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risorto dai morti», altri: «È apparso Elìa», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti». Ma Erode diceva: «Giovanni, l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo. In quel tempo, il tetràrca Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risorto dai morti», altri: «È apparso Elìa», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti». Ma Erode diceva: «Giovanni, l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo.

Illustrazione: Pili Piñero

Oggi ci troviamo di fronte ad un altro personaggio che sta cercando il “Dio-pagliaccio”. Aveva i suoi dubbi ... Ma non ha superato il livello della curiosità esoterica. Qualcosa di molto attuale! Confusione mentale totale.

—Lo stavo cercando! Non sarebbe meglio “seguirlo”? Quando uno non vede il prossimo (perché lo uccide, lo calpesta, lo criticha, non vuole sapere niente di lui...) non vede Dio