Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Mercoledì, XXVI settimana del Tempo Ordinario

Testo del Vangelo (Lc 9,57-62): Mentre andavano per la strada, un tale disse a Gesù: «Ti seguirò dovunque tu vada». Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». In quel tempo, mentre andavano per la strada, un tale disse a Gesù: «Ti seguirò dovunque tu vada». Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose. «Signore, concedimi di andare prima a seppellire mio padre». Gesù replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu va’ e annunzia il regno di Dio». Un altro disse: «Ti seguirò, Signore, ma prima lascia che io mi congedi da quelli di casa». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che ha messo mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».

Illustrazione: Sig. Josep Lluís Martínez i Picañol (Picanyol)

Oggi continuiamo a viaggiare con Gesù verso Gerusalemme. Lungo il cammino, dopo aver subito il rifiuto di un popolo di samaritani, incontra diverse persone che vogliono seguire il Maestro. Apparentemente Gesù impone condizioni molto dure. Forse non è così tanto!

—Non sarà che la vita stessa ha le sue richieste?" Chi ha “tana” eterna in questa vita? Non è vero che a volte sprechiamo tempo con “cose dei morti”, cioè cose inutili? Puo` uno cominciare a formare una famiglia, una società ... e poi tirarsi indietro?