Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: 18 Ottobre: San Luca, Evangelista

Testo del Vangelo (Lc 10,1-9): Diceva Gesù: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai!». In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.

»In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra. Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».

Illustrazione: Pili Piñero

Oggi ringraziamo San Luca una grande “invenzione”: i suoi scritti (il suo Vangelo e gli “Atti degli Apostoli”). La messe è abbondante, ma sono poche le braccia? Beh, ci sono gli scritti! Essi si sono diffusi in tutto il mondo, anche dove gli apostoli sono stati più lenti ad arrivare. Luca era molto ben addestrato: era medico! Per comporre i suoi scritti, come un buon scienziato, prima si informò (fece delle ricerche). Venti secoli più tardi, non c'è stato scritto più editato che il Nuovo Testamento ...

—Inoltre, ora abbiamo internet: la Parola di Dio viaggia per il mondo quasi alla velocità della luce (e gratuitamente). Se San Luca avesse avuto Internet!!!