Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: 24 Agosto: San Bartolomeo, Apostolo

Testo del Vangelo (Gv 1,45-51): Natanaèle gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». In quel tempo, Filippo trovò Natanaèle e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge, e i Profeti: Gesù, il figlio di Giuseppe, di Nàzaret». Natanaèle gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». Filippo gli rispose: «Vieni e vedi». Gesù intanto, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!». Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».

Illustrazione: Pili Piñero

Oggi celebriamo san Bartolomeo uno dei dodici Apostoli. Come sono le cose! Natanaele ha fatto un bell’errore parlando male di Nazaret, la città della Madonna. Ma Gesù lo ricevette con la massima gentilezza: «Ecco un vero Israelita» Che complimento! Così gentile è Dio! Natanaele non conosce Gesù: non sa nemmeno dove è nato. Invece, Gesù, conosce bene Natanaele! In fondo!

—Buon consiglio quello di Filippo: «Vieni e vedi»... Natanaele fu, vidi e "si arrese": «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d'Israele!». Con poco "si arrese" a Dio. E tu? Hai bisogno di molto?