Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Il Vangelo di oggi
per la famiglia

Vangelo di oggi + immagine + catechesi

Sabato, XIII settimana del Tempo Ordinario

Scarica
Testo del Vangelo (Mt 9,14-17): Si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». In quel tempo, si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno. Nessuno mette un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio, perché il rattoppo porta via qualcosa dal vestito e lo strappo diventa peggiore. Né si versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti si spaccano gli otri e il vino si spande e gli otri vanno perduti. Ma si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano».

Illustrazione: Francesc Badia

Oggi Gesù ci insegna a non “digiunare per il digiunare”, come fa quello che sta compiendo uns regola e nient’altro. «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro?». Ecco la questione: al di sopra del “compimento” c’è la legge dell'amore (la carità). Riesci a immaginarti te stesso digiunando in una festa di nozze?

—I santi non sono tipi noiosi: sanno che c'è un tempo per il digiuno e un tempo per festeggiare. Inoltre, essi hanno presente il significato più profondo del digiuno: accompagnare Gesù sulla croce. —Da quanto tempo non sono passato per il Calvario?