Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Il Vangelo di oggi
per la famiglia

Vangelo di oggi + immagine + catechesi

Martedì della V settimana di Quaresima

Scarica
Testo del Vangelo (Gv 8,21-30): Disse allora Gesù: «Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete che Io Sono». In quel tempo, Gesù disse ai farisei: «Io vado e voi mi cercherete, ma morirete nel vostro peccato. Dove vado io, voi non potete venire». Dicevano allora i Giudei: «Vuole forse uccidersi, dal momento che dice: “Dove vado io, voi non potete venire”?». E diceva loro: «Voi siete di quaggiù, io sono di lassù; voi siete di questo mondo, io non sono di questo mondo. Vi ho detto che morirete nei vostri peccati; se infatti non credete che Io Sono, morirete nei vostri peccati».

Gli dissero allora: «Tu, chi sei?». Gesù disse loro: «Proprio ciò che io vi dico. Molte cose ho da dire di voi, e da giudicare; ma colui che mi ha mandato è veritiero, e le cose che ho udito da lui, le dico al mondo». Non capirono che egli parlava loro del Padre. Disse allora Gesù: «Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete che Io Sono e che non faccio nulla da me stesso, ma parlo come il Padre mi ha insegnato. Colui che mi ha mandato è con me: non mi ha lasciato solo, perché faccio sempre le cose che gli sono gradite». A queste sue parole, molti credettero in lui.

Illustrazione: Francesc Badia

Oggi Gesù ritorna ad annunciare la sua morte in croce. Lo fa in modo profondo: sarà lì “elevato” sulla croce, dove sapremo che "Gesù È" (Dio). Che cosa significa "Io Sono"? E 'un nome tutto particolare! E 'il nome proprio di Dio. Quando Mosè ha domandato a Dio quale era il suo nome, la risposta è stata: “Io Sono”. Adesso Cristo —dalla Croce—, si applica a se stesso il nome proprio di Dio.

—«Se non credete che Io Sono, morirete nei vostri peccati». Gesù non condanna nessuno, ma chi non Lo ascolta né accetta rimane come perso nel buio.

Il nuovo sito evangeli.net è ora disponibile. Ci auguriamo che la distribuzione del contenuto e delle nuove funzionalità faciliti la lettura e la meditazione del Vangelo e del suo commento.