Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Ultima newsletter: Lancio dell'edizione in cinese
Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Sacratissimo Cuore di Gesù (C)

Testo del Vangelo (Lc 15,3-7): «Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella perduta, finché non la trova?». In quel tempo, Gesù disse ai farisei e agli scribi questa parabola: «Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella perduta, finché non la trova? Quando l’ha trovata, pieno di gioia se la carica sulle spalle, va a casa, chiama gli amici e i vicini e dice loro: “Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora, quella che si era perduta”. Io vi dico: così vi sarà gioia nel cielo per un solo peccatore che si converte, più che per novantanove giusti i quali non hanno bisogno di conversione».

Illustrazione: P. Lluís Raventós Artés

Oggi immaginiamo il Cuore di Gesù: c'era un piccolo agnello indisciplinato, chiamato Bel. Spesso si nascondeva per ascoltare la voce del pastore, che lo chiamava per il suo nome: Bel, Bel! Un giorno Bel si è davvero perso. Il pastore lo cercò con ansia. Fino all'ultima ora non l'ha trovato, sul bordo di un precipizio pieno di spine. -Bel, cosa stai facendo qui? Vieni! Pieno di graffi, il pastore sibilò felicemente e tornò con Bel a casa.

-Gesù, tu sei il mio pastore. Non lasciarmi mai voltarti le spalle.