Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Venerdì, XII settimana del Tempo Ordinario

Testo del Vangelo (Mt 8,1-4): Si avvicinò un lebbroso, si prostrò davanti a lui e disse: «Signore, se vuoi, puoi purificarmi». Quando Gesù scese dal monte, molta folla lo seguì. Ed ecco, si avvicinò un lebbroso, si prostrò davanti a lui e disse: «Signore, se vuoi, puoi purificarmi». Tese la mano e lo toccò dicendo: «Lo voglio: sii purificato!». E subito la sua lebbra fu guarita. Poi Gesù gli disse: «Guàrdati bene dal dirlo a qualcuno; va’ invece a mostrarti al sacerdote e presenta l’offerta prescritta da Mosè come testimonianza per loro».

Illustrazione: Pili Piñero

Oggi vediamo un esempio di come chiedere cose a Dio: con fede ferma. Non c'è miglior argomento di questo: «Se vuoi, puoi guarirmi». E siccome il Signore ci ama infinitamente, non ha altra scelta che rispondere: «Lo voglio, guarisci». Ma dobbiamo chiedere a Dio “bene” e anche quello “buono”.

—Chiedere cose buone che valgano la pena: Questo non è poi tanto facile! Spesso Gli chiediamo quello che “mi” piace di più, non quello più “buono”. Vuoi un trucco? Chiedi i bisogni degli altri. La Madonna lo ha fatto così e le ha funzionato molto bene.