Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Venerdì, XXV settimana del Tempo Ordinario

Testo del Vangelo (Lc 9,18-22): Gesù domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio». Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto». Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio». Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’uomo —disse— deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».

Illustrazione: Pili Piñero

Oggi, come ai tempi di Gesù, molte cose sono dette su di Lui: «Alcuni, Giovanni Battista, ed altri, Elia…». La stessa cosa della Chiesa e del Papa (che dovrebbe essere più aperta, che dovrebbe tacere, che sono cose del passato ...). Ci sono opinioni per tutti i gusti! (come se fosse fantascienza). Davanti a Dio, non dovremmo cercare di più e avere meno opinioni? Com'è comodo commentare su Gesù Cristo senza seguire le sue orme!

—Ma quando Gesù ti chieda, a te particolarmente: —Tu, che cosa dici di me? Allora, cosa risponderesti? O davanti agli altri, cosa dici di Lui?