Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Il Vangelo di oggi
per la famiglia

Vangelo di oggi + immagine + catechesi

28 Agosto: Sant' Agostino Vescovo e dottore della Chiesa

Scarica
Testo del Vangelo (Mt 23,8-12): Gesù disse ai suoi discepoli: «Ma voi non fatevi chiamare “rabbì”, perché uno solo è il vostro Maestro». In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Ma voi non fatevi chiamare «rabbì», perché uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate «padre» nessuno di voi sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello celeste. E non fatevi chiamare «guide», perché uno solo è la vostra Guida, il Cristo. Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato».

Illustrazione: Pili Piñero

Oggi celebriamo sant'Agostino di Ippona, il più grande vescovo e scrittore della Chiesa d'Occidente nei tempi antichi. Ha studiato retorica (l’arte del parlare) e filosofia. Durante la sua irrequieta giovinezza perse la fede, ma non smise mai di cercare appassionatamente la verità. Ha viaggiato a Roma e Milano. Le preghiere e le lacrime di sua madre —Santa Monica — e la santità del vescovo di Milano —San Ambrosio— lo hanno convinto che la verità è Gesù Cristo. Quindi accettò di ricevere il battesimo. Più tardi, quando tornò a Cartagine, ricevette l'ordinazione sacerdotale e, poco dopo, fu consacrato vescovo di Ippona. Agostino era un uomo che pregava e di pensiero profondo. Ha scritto moltissimo ed è stato molto utile nel gestire il suo “gregge”.

—Così pregava Agostino: “Ci hai fatti per te, e il nostro cuore non ha posa finché non riposa in te”.