Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: 29 Giugno: Santi Pietro e Paolo, apostoli

Testo del Vangelo (Mt 16,13-19): «Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa». In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti». Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

Illustrazione: Pau Morales

Oggi la Chiesa celebra allo stesso tempo questi due grandi apostoli e maestri della fede. Pietro fu la "roccia" scelta come fondamento della Chiesa; Paolo, la voce data al Vangelo nella sua corsa tra i gentili (i non ebrei). Ricevettero da Dio un trattamento "tutto particolare". A Simone, Gesù Cristo lo rinominò, dandogli la missione di confermare nella fede i suoi fratelli. Saulo di Tarso fu eletto mentre perseguitava i cristiani: Gesù risorto gli apparve (circa 5 anni dopo l'Ascensione).

- Signore, dammi la forza per continuare a costruire la Chiesa edificata su Pietro e Paolo.