Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Venerdì dopo le Ceneri

Testo del Vangelo (Mt 9,14-15): Si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». In quel tempo, si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno».

Illustrazione: Sig. Josep Lluís Martínez i Picañol (Picanyol)

Oggi si parla di "digiuno". Di cosa si tratta? Mangiare o bere meno di quanto mi piacerebbe. Perché? Per offrire a Dio un piccola rinuncia, un piccolo sacrificio. Così, saliamo un po 'sulla Croce di Gesù. Inoltre, non dimenticarlo: “pancia soddisfatta anima addormentata”.

—Il miglior digiuno è “il digiuno della mia volontà”: vale a dire, non essere capriccioso, obbedire a quello che mi chiedono di fare, ascoltare gli altri, rinunciare a qualcuno dei miei piani per adattarmi alle preferenze degli altri ...