Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

Vedere altri giorni:

Giorno liturgico: Giovedì, XV settimana del Tempo Ordinario

Testo del Vangelo (Mt 11,28-30): Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò». In quel tempo, Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».

Illustrazione: Francesc Badia

Oggi, nei nostri tempi moderni, vediamo tante anime che "fuggono" da Dio. A loro “non interessa” (qualcosa di faticoso) obbedire Dio. E tuttavia, è il contrario: Dio ci invita a riposare in Lui. In realtà quello che fa fatica è fare di “dio”, cercando di occupare il suo posto. Questa è la causa di tanta guerra e miseria. Pensiamo di poter costruire un mondo senza Dio, ma tutto quello che otteniamo è ls costruzione di un mondo contro l'uomo.

—Guarda intorno: mentre i pagani “ridono” (pura risata) i cristiani “sorridono” (sono felici), pur essendo sulla Croce.