Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e consigliamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare appieno la navigazione

Un team di 200 sacerdoti commenta il Vangelo del giorno

evangeli.net

Caro / a amico / a:

Nei prossimi giorni —concludendo il periodo di Pasqua e con la restituzione del tempo ordinario—  arrivano importanti solennità dell'anno liturgico: l'Ascensione, la Pentecoste, la Santissima Trinità, Corpus Cristi e il Sacro Cuore di Gesù.

Non sono feste "nostre" che celebriamo con Dio, ma feste di Dio che Lui celebra con noi. E 'mio desiderio di accompagnarvi con qualche parola in ciascuna di queste celebrazioni, allegando un breve commento (uno alla settimana) e anticipando —per mezzo di diversi link— alcuni dei nostri contenuti a evangeli.net.

***

Con la sua Ascensione al cielo, Cristo non scompare, non ci abbandona, non e 'andato in un posto lontano ... E' proprio il contrario: Dio non era mai stato così vicino agli uomini dal momento dell’ Ascensione. Quel giorno, per la prima volta nella storia, un corpo umano —quello di Gesù— entra in cielo, nella gloria di Dio. Mai prima questo era accaduto!

Essere in paradiso! Non significa essere su un altro pianeta, ma entrare in un nuovo livello di vita: il volto umano di Gesù Cristo entra in intimità divina con il Padre. E così, in comunione con il Padre, Gesù ci vede e ci assiste ovunque ed in qualsiasi momento. Viviamo, quindi, una nuova modalità della presenza di Gesù in mezzo a noi. Vorremmo toccarlo e sperimentarlo nella sua Umanità ... ma ora abbiamo qualcosa di più grande!: possiamo "toccare" e vivere la Divinità. Lo Spirito Santo, l'Eucaristia e la Parola sono il cammino per "toccare" e vivere questo Gesù che, nel suo "andar via" —in realtà— - "è venuto." Dio è Dio! (leggere più).

«Vado e vengo a voi» (Gv 14,28), Gesù aveva detto loro. Gli Apostoli così lo hanno sperimentato. Infatti, «tornarono a Gerusalemme con grande gioia» (Lc 24,50). Al "Dio vicino", da quel momento, lo hanno potuto "toccare" meglio che mai. Un grande dono! che, allo stesso tempo, ha coinvolto un grande compito: andare a tutto mondo ad annunciare il Cristo vivente (cfr Mc 16,15). A tutto il mondo? Questo era impossibile e impraticabile. Ma lo hanno fatto, perché ora Cristo Re del mondo è con noi più che mai (leggere più).

 

Antoni Carol i Hostench, Rev.

(Coordinatore Generale di evangeli.net)

 

***

evangeli.net: Contemplare il Vangelo di oggi (Vangelo + meditazione) e Master·evangeli.net (Vangelo del giorno + commento teologico)

 

 

 

 

+ + + + +

Se desideri sottoscrivere un tuo amico, clicca qui e segui le istruzioni: è anche molto facile.